giocattoli

COSA C'É DI NUOVO

Re-CreAzioni

Prende il via Re-CreAzioni, curato dall'atelierista Renata Marino, un progetto che nasce per condividere con i bambini il valore del saper fare... e ri-fare, attraverso la rivisitazione di oggetti ormai desueti.

I bambini sono al centro di un  percorso di creatività, di scoperta e di gioco alternativi e sostenibili, che traggono linfa ed ispirazione dalla lettura dei titoli più interessanti dedicati all'argomento.

Il gioco della bambola si veste di nuovo

La Ovejita Negra

celina in attesacelina parto okbebè nato
Arriva da Buenos Aires, ha la pelle ambrata e allatta il suo bambino appena partorito. Si chiama Célina la bambola de La Ovejita Negra nata dal progetto di un gruppo di amici, artisti, psicologi, artigiani argentini, che fa il suo ingresso nella nostra selezione di giocattoli.

Ne siamo particolarmente felici perché la nascita è un evento tanto sconvolgente quanto misterioso, e si sentiva la mancanza di “qualcosa” che aiutasse noi adulti a raccontarne i vari passaggi ai bambini. Célina aspetta un bimbo dal suo compagno, Pedro papa, e lo si vede galleggiare nel suo pancione trasparente. Nasce con parto naturale, attaccato alla sua piccola placenta che lo ha nutrito per 9 mesi, e viene allattato al seno, tramite due piccoli automatici che lo assicurano saldamente ad esso per il tempo della poppata…

Il gioco del bambino si arricchisce così di riferimenti precisi ad un evento importante, immediatamente più accessibile e svelato in alcuni dei suoi aspetti più difficili da cogliere.

Dress your doll


“Un bambino creativo non si annoia mai.
Perché costruire giocattoli complicati quando tutti sanno che i bambini possono giocare ore con una scatola o un pezzo di stoffa?”

Cucire, come cucinare o lavorare il legno… Tutte attività che hanno a che fare con bisogni imprescindibili della specie umana, con abilità manuali e con un bagaglio di pratiche e di saperi che sembrano tuttavia essere quasi estinti. Attività che replicate dai bambini hanno la valenza di “gioco intelligente”, attraverso il quale il bambino impara a stabilire correlazioni tra oggetti e ad avvalersene per costruire/produrre qualcosa.
Proviamo a proporre chiodi e martello, oppure pentolini e cucchiai, o forbici e stoffa… Nessuna distinzione di genere: maschi e femmine condividono gli stessi giochi e giocattoli, se non subiscono condizionamenti, anche oltre i 5 anni…

Il gioco di Roos Productions, azienda belga diretta da tre donne che condividono esperienze nel campo della moda e del giocattolo, richiede qualche competenza in più, ma va in questa stessa direzione: si tratta di una linea vastissima di modelli in leggera stoffa stampata elasticizzata da ritagliare e cucire per bambole/barbie. Un guardaroba fatto in casa, diversi livelli di difficoltà, motricità fine e creatività in esercizio, la percezione di come geometrie bidimensionali prendano forma in 3D. Ah, dettaglio importante: niente orli, perché il tessuto non sfilaccia…

Lascia un commento